Archivi categoria: Ass. Pino

Aggressioni alla polizia municipale del Comune di Messina

Download PDF

Di fronte all’ennesimo atto di aggressione subito dalla polizia municipale il Sindaco e la Giunta comunale esprimono solidarietà e vicinanza al commissario Biagio Santagati, all’ispettore Cosimo Peditto ed all’agente Daniela Cipitì, che nello svolgimento del loro compito di controllo per il rispetto della legalità sono finiti in una vera e propria “imboscata” organizzata da ambulanti illegali che con atteggiamento violento e malavitoso li hanno colpiti con calci e pugni.

La città è stanca di aggressioni che si ripetono da parte di chi non vuole rispettare le regole. Comportamenti a volte violenti, altre volte sprezzanti, arroganti e minacciosi nei confronti di chi svolgendo con coscienza il proprio dovere, stava multando e sequestrando la merce esposta e venduta in maniera illecita.

La polizia municipale è sempre in prima linea a combattere contro tutte le trasgressioni delle regole del vivere civile e paga troppo spesso le conseguenze del proprio impegno  anche con danni fisici e morali. L’amministrazione denuncerà e contrasterà come sempre e con tutte le modalità questi atti di prevaricazione, ma è altrettanto importante che non ci sia nessun tipo di giustificazione e che la città risponda compatta. Tutte  le Istituzioni dovranno  intervenire in maniera coordinata perché possa ritornare in città un clima di serenità e di rispetto delle persone e delle regole.

il sindaco di Messina
Renato Accorinti

Download PDF

La grande impresa di un grande messinese

Download PDF

La grande impresa di un grande messinese

 “Un’impresa che gli italiani ricorderanno per molto tempo, quella che il nostro concittadino Vincenzo Nibali ha messo a segno in queste ultime giornate del Giro d’Italia”.

Così il Sindaco Renato Accorinti saluta l’esaltante vittoria del Messinese Vincenzo Nibali.
Il Sindaco e l’assessore allo Sport Sebastiano Pino, sottolineano  come “ solo la volontà e la grande determinazione di un vero Campione poteva realizzare un risultato storico, impensabile fino a pochi giorni fa. I Cittadini di Messina sono felici ed entusiasti e ringraziano Vincenzo Nibali per questo capolavoro sportivo.
“Vincenzo Nibali – proseguono Accorinti e Pino – con questi due giorni che riportano alla mente  gesta di altri tempi e di altri grandi campioni, è riuscito a risvegliare l’entusiasmo e la passione di tutti gli sportivi italiani verso questo splendido sport. Vincenzo ha dato una grande dimostrazione di qualità umane e doti sportive eccelse riuscendo a superare momenti difficilissimi per la scomparsa del piccolo Rosario Costa e la grande delusione per i  problemi fisici dei giorni scorsi.  E’ riuscito con la vera forza del Campione di razza, a superare i momenti di crisi  e rinascere,  consegnando alla storia del ciclismo una pagina indimenticabile.

Renato Accorinti – Sindaco di Messina
Sebastiano Pino – Assessore allo Sport

Download PDF

”MESSIN… TUTA”: NOTA DELL’ASSESSORE PINO

Download PDF

In merito a giudizi espressi sui social network in riferimento al progetto dal titolo provvisorio “Messin..Tuta” in fase di completamento, presentato ieri sera ai presidenti delle Circoscrizioni, l’assessore allo Sport, Sebastiano Pino, evidenzia che:
“Capisco che la voglia di esprimere giudizi superficiali senza conoscere i contenuti sia ormai un vezzo dilagante.
Mi è però doveroso sottolineare come in questo caso tutto ciò si trasformi anche in mancanza di rispetto verso apprezzati professionisti che hanno lavorato al progetto, che utilizza un metodo riconosciuto ai più alti livelli del C.O.N.I. nazionale.
Al presidente della VIII Commissione – Sport e Cultura – al quale la presente è inviata per conoscenza, chiedo di essere audito, unitamente ai tecnici che hanno predisposto il progetto, per illustrare e condividere le finalità dell’iniziativa.
L’idea nasce da un profondo dibattito che investe da anni il mondo sportivo e scientifico sulla necessità, ormai non più rinviabile, di intervenire nella prevenzione per combattere i tassi di obesità in fortissima crescita sia nei nostri bambini che negli adulti. Combattere la sedentarietà  e convincere a praticare attività sportive rappresenta un cambio culturale ed una scommessa che questo Assessorato vuole intraprendere.
Mi sembra inutile sottolineare i numerosi effetti positivi che la pratica di semplici attività motorie determinano sul sistema cardiocircolatorio, sul controllo del diabete ed in genere sul miglioramento del benessere psicofisico.
Il progetto non si limita agli aspetti sportivi ma possiede soprattutto una forte valenza sociale e vedrà coinvolti diversi Assessorati di questa Amministrazione. Si rivolgerà a tutte le fasce di età, riservando un ruolo particolare ai nonni ed interesserà tutte le scuole a partire da quelle per l’infanzia.
Quindi al centro del progetto un aspetto sociale importante basato sui rapporti intergenerazionali che, attraverso il gioco e la memoria, rappresenteranno un sicuro arricchimento per i nostri giovani.
I presidenti delle Circoscrizioni presenti hanno manifestato interesse al progetto che deve necessariamente contare sull’importante contributo che i quartieri potranno dare nell’individuare idonei spazi aggregativi in zone strategiche dei quartieri, nelle scuole, negli oratori, nelle piazze, nelle spiagge ed ovunque sia possibile fare movimento con gioia.
Il progetto verrà avviato in via sperimentale con le scuole che aderiscono ai Patti Territoriali dell’assessorato alla Pubblica Istruzione e vedrà impegnati un centinaio di tutor tecnici (laureati in scienze motorie).
L’iniziativa si avvarrà inoltre della preziosa collaborazione del CONI, del Panathlon Club di Messina e di altri enti pubblici e privati”.

(fonte http://www.stampacomunemessina.it/ )

Download PDF

Patto per la Falce

Download PDF

Riteniamo sia corretto rendere pubblico il testo dell’accordo deliberato ieri in giunta a seguito del lavoro svolto in continuo raccordo con l’Autorità Portuale e nel rispetto dei tempi previsti dal “Patto per la Falce” firmato a Palermo.

In coerenza con quanto sostenuto dall’Amministrazione e dichiarato dal Sindaco pubblicamente, l’accordo prevede la bonifica, la liberazione delle aree e la possibilità di realizzare i volumi necessari ad una equilibrata fruizione del sito, il recupero dei monumenti esistenti e la valorizzazione del meraviglioso paesaggio di questa importantissima parte del nostro territorio.

In allegato il file *pdf
http://renatoaccorintisindaco.it/wp-content/uploads/2016/02/art2-pattofalce-finale.pdf

Download PDF

Nessuna confusione sulla manifestazione “Mare negato”

Download PDF

​“Nessuna confusione sulla manifestazione “Il mare negato”, ma posizioni chiare e in netta continuità con il programma elettorale che i Cittadini hanno approvato con l’elezione a Sindaco di Renato Accorinti ” sostiene l’Assessore Sebastiano Pino in merito alla manifestazione di sabato scorso, organizzata dal movimento  “Cambiamo Messina dal basso” con l’adesione di numerosi movimenti ed associazioni messinesi.

“​Certo, possono anche non piacere e non essere del tutto condivise alcune posizioni espresse da una variegata associazione di sigle, però riteniamo molto utile riaccendere il dibattito su questa importante tematica, vitale per il rilancio di Messina. Spesso nel dibattito cittadino, continua Pino, viene sottolineato solo l’aspetto della vertenza giudiziaria che vede il Comune difendere la proprietà di aree ricadenti nella zona falcata, mentre nulla si dice sul fatto che l’Autorità portuale ha incassato per decenni il canone di concessione per aree che storicamente fanno parte del nostro tessuto urbano, come il piazzale di Campo delle Vettovaglie, via Vittorio Emanuele, la passeggiata a mare, la Fiera, il viale della Libertà, l’ex Gasometro, la Villa Sabin.

​Si tratta di risorse economiche passate dalle casse del Comune a quelle dell’Autorità portuale, soldi dei Cittadini che questa Amministrazione comunale ha deciso di non voler continuare a versare all’Autorità portuale, contestandone il diritto finora esercitato e ponendo la questione della titolarità delle aree stesse.

​Chi vuole ridurre la questione ad una “diversità di vedute” o peggio di beghe fra Istituzioni, dimentica o fa finta di dimenticare che sono in ballo altre ben più importanti questioni. Sono in discussione  principi di democrazia e diritti negati.

​Si tratta di importanti scelte per dare maggiore forza agli interessi di tutela del territorio e della Comunità, ovvero  importanti interessi pubblici, che solo le Amministrazioni comunali, soggette al controllo democratico dei Cittadini, possono garantire.

​Su questo aspetto, aggiunge l’assessore Pino, serve cautela e profonda riflessione perché la storia ci ha insegnato che nella nostra Città spesso hanno prevalso altri interessi rispetto al bene comune.

​Un dibattito questo molto acceso anche in tante altre Città portuali, nelle quali si è purtroppo constatato come la normativa dettata dalla legge 84/94 non ha consentito alle Amministrazioni Comunali di incidere nelle scelte strategiche sulla portualità e che, neanche la nuova riforma sembrerebbe garantire, nonostante il problema fosse stato con forza e ripetutamente sollevato dalla Commissione Città portuali dell’Anci.

​Serve un nuovo e fruttuoso rapporto fra la portualità e la città, conclude Sebastiano Pino, e riteniamo che il ruolo della Municipalità debba essere centrale e non come avvenuto in passato, con un Piano regolatore del Porto neanche discusso in consiglio comunale e del tutto scollegato e non integrato e armonizzato con le idee progettuali del nuovo Piano regolatore generale della Città.

​Come è stato recentemente ribadito, siamo pronti a fare la nostra parte per trasformare la zona falcata dalla attuale situazione di degrado ambientale a luogo di opportunità e speranza per la nostra città.

 

Messina, 17 gennaio 2016

L’assessore Sebastiano Pino

ASSESSORATO RISORSE DEL MARE  –  PATRIMONIO –  POLITICHE PER LA CASA – POLITICHE DELLO  SPORT

 

Download PDF

APPROVATA L’AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA PISCINA COMUNALE ”GRAZIELLA CAMPAGNA” ALLA FEDERAZIONE ITALIANA NUOTO

Download PDF

“Una buona notizia per lo sport cittadino”, cosi esordisce l’Assessore allo sport Sebastiano Pino, commentando la delibera che affida per i prossimi quattro anni la gestione della piscina “Graziella Campagna” alla FIN. “Ci eravamo impegnati con gli sportivi e tutti gli utenti della piscina a ricercare una soluzione duratura e che desse le massime rassicurazioni in termini di esperienza ed affidabilità – dichiara l’assessore allo sport-.
L’affidamento pluriennale alla Federazione italiana nuoto va in questa direzione e ne siamo particolarmente lieti. Saranno a carico della F.I.N. i costi per la manutenzione ordinaria, la custodia dell’impianto e delle attrezzature ed in generale tutti i costi di gestione”.
Il concessionario sosterrà anche i costi delle utenze nella misura del 36%, oltre al pagamento di un canone annuo di 12.000 euro più iva. Mi preme precisare, aggiunge Pino, che la struttura è immediatamente fruibile perché, contrariamente a quanto raccontato da qualcuno, in questi mesi il dipartimento, su nostre precise indicazioni, ha provveduto alla manutenzione dell’impianto che oggi si trova con la vasca riempita e pronta per la ripresa delle attività”.
Il Sindaco Renato Accorinti ha voluto personalmente complimentarsi con l’assessore allo sport ed il Presidente regionale della FIN: “Il comune impegno tra il nostro Ente e la Federazione sportiva ha consentito di superare tutti gli ostacoli e mettere nuovamente in funzione un impianto frequentato da tantissimi cittadini.
La concessione pluriennale è la strada da percorrere anche per altre strutture, per valorizzarle al massimo in una logica di assoluta efficienza. Anche in questa occasione abbiamo affrontato e risolto un problema collaborando con gli interessati ed evitando di esporre il Comune a costi non sopportabili.
Una strada nuova che continueremo a percorrere, un cambio di rotta rispetto al passato”. Soddisfazione per la concretizzazione dell’impegno assunto negli incontri e nei sopralluoghi effettuati nei mesi scorsi ha voluto esprimerla anche Sergio Parisi, Presidente regionale della FIN, che ha dichiarato: “è interesse della federazione promuovere lo sport del nuoto, che coincide con l’interesse dell’Amministrazione a mettere a disposizione della cittadinanza l’importante struttura sportiva, lavoreremo insieme nell’interesse dei messinesi”.

(fonte http://www.stampacomunemessina.it/ )

Download PDF

INFONDATA LA NOTIZIA DELLA REVOCA DEI FONDI PER L’ACQUISTO DEI 39 ALLOGGI PER IL RISANAMENTO DI FONDO FUCILE

Download PDF

In merito alle notizie stampa relative alle procedure per l’acquisto degli alloggi per il risanamento di Fondo Fucile, l’assessore al Patrimonio ed alle Politiche per la Casa, Sebastiano Pino, ha dichiarato che: “Non risponde al vero la notizia della revoca dei fondi per l’acquisto dei 39 alloggi per il risanamento  di Fondo Fucile. L’Assessorato regionale, con nota  dell’11 novembre scorso, ha  comunicato di avere  avviato  il procedimento di revoca dei decreti di impegno di spesa relativi agli alloggi che la commissione ha ritenuto non avessero i requisiti previsti dal bando. Giova intanto ricordare che il Dipartimento delle Infrastrutture e della Mobilità e dei Trasporti –  Servizio 5, in seguito a ricorso, ha nominato una commissione per la verifica delle procedure per l’acquisto degli alloggi finanziati con D.R.S. n. 152 del 04.07.2014.
La commissione ha ritenuto che alcune offerte di acquisto non fossero corrispondenti ai requisiti di ammissibilità previsti dal bando.
Sulla scorta di ciò, il dirigente del Dipartimento regionale ha inviato la nota n. 56758 dell’11.11.2015 con la quale comunica l’avvio del procedimento di revoca dei singoli decreti di impegno di spesa relativi agli alloggi ritenuti non conformi ai requisiti previsti dal bando.
Con la stessa nota il Dipartimento Politiche per la Casa del Comune di Messina è stato invitato a modificare la graduatoria delle offerte per l’acquisto alloggi al fine di renderla conforme alle previsioni del bando.
Questi sono i fatti – prosegue Pino –  da cui consegue che  non c’è stata alcuna revoca dei finanziamenti, assegnati con il D.R.S. n. 152 del 04.07.2015 ma un avvio di revoca dei singoli impegni di spesa per gli alloggi ritenuti non idonei.
Risorse che comunque potranno essere utilizzate per acquistare gli altri alloggi presenti in graduatoria ed in possesso dei requisiti previsti dal bando e rimasti esclusi trovandosi oltre il 39° posto utile. Ritengo utile informare – conclude l’Assessore – che a seguito di interlocuzione diretta dell’Assessorato alle Politiche per la Casa, il dirigente del Servizio 5 del Dipartimento regionale ha comunicato che il Comune di Messina può in ogni caso trasmettere le proprie controdeduzioni alla relazione della Commissione entro il 17 dicembre”.

(fonte http://www.stampacomunemessina.it/ )

Download PDF

AMMESSI AL FINANZIAMENTO I PROGETTI PRESENTATI DAL COMUNE PER RECUPERO E MANUTENZIONE DI ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA: NOTA DELL’ASSESSORE PINO

Download PDF

Con decreto dell’assessore regionale alle infrastrutture sono stati ammessi al finanziamento i progetti presentati dal Comune di Messina nell’ambito degli interventi previsti dalla legge n.80/2014.
E’ quanto assicurato dall’assessore comunale alle Politiche della Casa, Sebastiano Pino, che ha sottolineato che: “L’avviso dell’Assessorato regionale era stato pubblicato il 17 luglio scorso, con un termine per la scadenza delle domande di ammissione al finanziamento fissato al 5 settembre.
Gli uffici del dipartimento Manutenzione Immobili e del dipartimento Politiche per la Casa hanno lavorato incessantemente per tutto il mese di agosto, riuscendo a predisporre i progetti ammessi al finanziamento. Grazie al loro impegno siamo riusciti ad ottenere il finanziamento di 5 progetti per un totale di 3 milioni 505 mila euro che consentirà di recuperare 14 nuovi alloggi e di ristrutturare 144 alloggi di Edilizia Residenziale Pubblica. Un duplice obiettivo è stato quindi raggiunto – continua l’assessore Pino – acquisire nuovi alloggi, con lavori di recupero di immobili inutilizzabili, per rispondere alla crescente domanda di emergenza abitativa, e con l’altra linea di finanziamento rendere più decorose e sicure molte abitazioni che necessitano di urgenti interventi di manutenzione straordinaria.
In particolare, la prima linea di intervento consentirà di recuperare e rendere abitabili due alloggi sul viale Giostra e dodici a Bisconte. Con la seconda linea di finanziamento, sarà possibile realizzare un ampio progetto di ristrutturazione, messa in sicurezza ed efficientamento energetico di tutto il complesso “Zancle” di Tremonti, 5 palazzine per un totale di 120 alloggi, mentre un altro progetto di manutenzione straordinaria riguarda 24 alloggi sul torrente Trapani.
Buone notizie quindi su questo fronte – conclude Pino – che danno finalmente la possibilità di rispondere ad esigenze prioritarie”.

(fonte http://www.stampacomunemessina.it/ )

Download PDF

Colate di cemento sulla Galleria Vittorio Emanuele

Download PDF

In merito ad articoli e servizi giornalistici che, riportando dichiarazioni riferite al consigliere Zuccarello, denunciano “colate di cemento” sul mosaico della Galleria Vittorio Emanuele II di piazza Antonello, l’assessore al patrimonio Sebastiano Pino ha dichiarato:

“Smentiamo in maniera assoluta che siano stati effettuati interventi manutentivi che possano avere in alcun modo pregiudicato il ripristino del mosaico della pavimentazione della galleria Vittorio Emanuele.

Come già comunicato, fin dal 1° ottobre 2015,  alla Soprintendenza, alla Procura della Repubblica ed al Comando Carabinieri tutela patrimonio culturale, si è semplicemente provveduto a consolidare la parte di pavimentazione musiva sconnessa.

Ciò al fine di evitare l’ulteriore distacco delle tessere del mosaico – continua l’assessore Pino –  in quanto i diversi tentativi di isolamento della parte interessata con delimitatori ed indicazioni di divieto non avevano sortito alcun effetto sul transito del pubblico, provocando ulteriori distacchi di tessere, comunque recuperate e custodite dai nostri uffici. Di questo rassicuriamo il consigliere Zuccarello.

L’intervento, come ovvio, è stato svolto in condizioni di assoluta urgenza, sia con la finalità di salvaguardia del bene (che si sarebbe ulteriormente danneggiato a causa del calpestio dovuto al transito) sia della pubblica incolumità (poiché la parte sconnessa della pavimentazione, dopo la rimozione abusiva della recinzione, avrebbe potuto rappresentare potenziale pericolo di inciampo).

Si tratta – conclude Pino – ovviamente di un intervento provvisorio e facilmente rimovibile, effettuato applicando uno strato di malta su sottofondo costituito da una rete porta intonaco, non ancorata al sottofondo, risvoltata all’interno del contorno della pavimentazione restante, allo scopo di eliminare lo “scalino” formatosi a seguito del distacco delle tessere e livellare la superficie di calpestio.
Coerentemente con quanto precedentemente comunicato, stiamo lavorando alla definizione di un progetto di riqualificazione complessiva del prestigioso edificio che merita ogni attenzione e certamente non seppelliremo sotto inimmaginabili colate di cemento”.
            Messina, 23 ottobre 2015
L’assessore Sebastiano Pino  

Download PDF

Galleria Vittorio Emanuele e le sterili polemiche

Download PDF

In merito alle dichiarazioni di alcuni consiglieri e di due commercianti circa asserite disparità di trattamento da parte dell’Amministrazione comunale, l’assessore Sebastiano Pino intende precisare:
“Dispiace constatare come si cerchi di confondere le idee accomunando due situazioni che si muovono su due piani, sia formali che sostanziali, completamente diversi.
L’organizzazione di un evento di respiro internazionale ed alto valore culturale come il Sabir Fest nulla ha a che vedere con la richiesta avanzata dai due commercianti.
L’Amministrazione comunale, impossibilitata a fornire un contributo economico – per la nota ed oggettiva situazione finanziaria dell’Ente – ha concesso il patrocinio gratuito e fornito la giusta e dovuta collaborazione con i propri servizi ed i propri uomini.
Tutte le spese sono state a carico degli organizzatori e la Città di Messina ha goduto di 4 giorni di eventi di alto livello culturale molto apprezzati dai Cittadini e dai Turisti.
L’Amministrazione sarebbe lietissima di poter condividere l’organizzazione nella Galleria, di continue manifestazioni tipo Sabir Fest ed invita le Associazioni a proporre eventi con finalità culturali e sociali di interesse pubblico.
Ben altra cosa è invece quanto chiedono i due commercianti spalleggiati da tre consiglieri comunali.
Bisogna innanzitutto chiarire che i due commercianti sono stati ricevuti dal sottoscritto una decina di giorni fa per discutere del loro progetto.
L’associazione culturale “Galleria Vittorio Emanuele III “ è formata da soli due commercianti, che non rappresentano la totalità degli esercizi commerciali presenti in Galleria. Questo è il motivo principale per cui l’Amministrazione comunale non può cedere a due privati e senza una gara di pubblica evidenza la gestione della Galleria Vittorio Emanuele.
Questa Associazione chiede fra l’altro una deroga al pagamento del canone previsto dal regolamento COSAP. I Consiglieri promotori della conferenza stampa sanno benissimo che la Giunta non può derogare al regolamento approvato dal Consiglio comunale.
Altra sterile polemica sulla supposta esosità della fideiussione richiesta per ottenere la concessione per occupazione suolo pubblico, bisogna precisare che la fideiussione è stata inserita con emendamento proposto, fra gli altri, anche dallo stesso Zuccarello, nella delibera di Consiglio n. 37/c del 9 giugno 2015 che ha modificato il regolamento Cosap all’art. 5 comma 4 lettera “i” ed eliminato la necessità del nulla osta dell’inesistente condominio della Galleria.
La sterilità di certe polemiche fanno capire come qualcuno si senta già in campagna elettorale. Dispiace che al “perenne candidato” si siano, in buona fede, uniti due commercianti che siamo certi vorrebbero ridare luce alla Galleria Vittorio Emanuele III.
L’Amministrazione comunale sta invece lavorando ad un serio progetto di “Riabilitazione, valorizzazione e tutela della Galleria Vittorio Emanuele III” curato dal Servizio Valorizzazione dei Beni Artistici e Culturali dell’Assessorato alla Cultura, che ormai si trova agli ultimi passaggi per i previsti pareri dei Dipartimenti interessati.
Il progetto, curato dall’Architetto Carmelo Celona, è stato definito dopo numerosi incontri tecnici ai quali hanno partecipato, dando il loro positivo contributo, la Soprintendenza Beni Culturali e Ambientali di Messina, alcuni proprietari di immobili della Galleria, i commercianti ed anche diversi Consiglieri comunali della commissione cultura, compreso il consigliere Zuccarello.

Messina, 17 ottobre 20154
L’assessore Sebastiano Pino

Download PDF