SPORTELLO DEI DIRITTI DEGLI ANIMALI: INAUGURATA OGGI LA SEDE A PALAZZO WEIGERT

Download PDF

L’assessore al Benessere degli animali, Daniele Ialacqua, ha inaugurato stamani lo sportello dei diritti degli animali nei locali del dipartimento Ambiente e sanità,  in via Argentieri 14, Palazzo Weigert. “Questa iniziativa – ha evidenziato Ialacqua – tende a realizzare un efficace controllo del territorio attraverso l’elaborazione di programmi e strategie finalizzati alla riduzione del randagismo e al benessere animale per una migliore convivenza tra uomo ed animale. Ringrazio le associazioni, che hanno aderito al progetto, Un gatto per amico, la Lega Nazionale per la Difesa del cane, E.P.S. Sicilia, Soccorriamoli, Rangers d’Italia e Falchi d’Italia, con le rispettive guardie zoofile e venatorie”.
Il comune di Messina, con delibera n. 762 dello scorso 14 ottobre, ha attivato il servizio di tutela dei diritti degli  animali, ai sensi della lettera m) del D.A. 2825 del 10/12/2007 relativo alle linee guida delle azioni mirate per il controllo del randagismo, e che definisce le competenze dei comuni in materia, al fine di offrire, con un gruppo di lavoro costituito da Associazioni animaliste o protezionistiche ai sensi dell’art.1 comma 2 della L.R. 15/2000, i servizi attinenti alla tutela degli animali.
Lo Sportello in una prima fase sperimentale sarà aperto soltanto per un limitato numero di ore, dovendo procedere in back-office all’organizzazione dei servizi preventivati ed alla relativa dotazione finanziaria. Sarà pertanto pienamente operativo a partire dal 2015. Oltre all’accesso all’anagrafe canina, prevista per legge, lo sportello offrirà i servizi di raccolta normativa giuridica e tematica; informazione, consulenza e sensibilizzazione alla cittadinanza sui temi legati al benessere animale; pubblicazioni; raccolta delle istanze presentate dai cittadini e dalle associazioni presenti sul territorio interessate alla tutela degli animali; censimento delle colonie feline e relativi interventi di cura e sterilizzazione; osservatorio del fenomeno dell’abbandono degli animali d’affezione, anche attraverso l’elaborazione di dati relativi alle denunce dei cittadini; predisposizione ed elaborazione dei progetti di tutela e salvaguardia delle popolazioni animali presenti sul territorio e di modulistica che definisca i procedimenti comuni per la tutela degli animali; coordinamento delle attività delle associazioni animaliste presenti sul territorio; divulgazione alla cittadinanza, ed in particolare ai possessori di animali, di informazioni e disposizioni amministrative riguardo le corrette norme di disciplina e detenzione degli animali; mediazione tra privati; incentivazione all’adozione dei cani presenti presso il canile convenzionato; tenuta ed aggiornamento dell’anagrafe canina; controlli ed interventi sul territorio in relazione al benessere animale in collaborazione con la Polizia locale e coordinamento Nucleo guardie zoofile.

(fonte http://www.stampacomunemessina.it/ )

Download PDF

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *