Immagini

TERREMOTO IN NEPAL: SOLIDARIETA’ DEL SINDACO ACCORINTI

Download PDF

Il sindaco, Renato Accorinti, ha espresso a nome suo, dell’Amministrazione comunale e di tutta la cittadinanza sentimenti di vicinanza e solidarietà alla popolazione del Nepal colpita dal devastante terremoto, che ha causato migliaia di vittime, tra cui alcuni italiani: “Simili tragedie sconvolgono l’animo umano e devono indurre alla riflessione, riportando alla nostra memoria quanto accaduto nel terremoto del 1908 a Messina e successivamente in quelli dell’Irpinia, a L’Aquila e in Giappone senza alcuna differenza, perché catastrofi di tale entità colpiscono indistintamente chiunque.
Le immagini di dolore, rabbia e distruzione, diffuse in queste ore, toccano infatti la sensibilità di noi tutti; ai familiari delle vittime rivolgo attestati di affetto e sostegno”.

(fonte http://www.stampacomunemessina.it/ )

Download PDF

PASS E STALLI PER DISABILI: BILANCIO DEL TAVOLO TECNICO DELLO SCORSO VENERDI’ 17

Download PDF

Alla presenza del sindaco, Renato Accorinti, si è tenuto venerdì 17 un tavolo tecnico per fare il punto della situazione sulla questione dei pass e degli stalli per disabili.
L’importanza dell’argomento e della necessità di una soluzione ormai non più procrastinabile è stata confermata anche dalla partecipazione alla riunione degli assessori alle politiche sociali, Nino Mantineo, e alla Viabilità e mobilità urbana, Gaetano Cacciola, della presidente del Consiglio comunale, Emilia Barrile, delle presidenti delle Commissioni consiliari seconda e sesta, Simona Contestabile e Donatella Sindoni, di alcuni consiglieri comunali, di rappresentanti di molte associazioni che si occupano di disabilità e della consulta comunale del volontariato, oltre che di funzionari del dipartimento comunale mobilità e dell’ASP. “
L’Amministrazione comunale, trovando piena sintonia in tutti i partecipanti, – hanno dichiarato gli assessori Mantineo e Cacciola – ha avuto modo di ribadire la propria posizione a sostegno di chi vive la disabilità in una città ancora con barriere, non solo architettoniche, troppo difficili da superare ma che vuole impegnarsi per trovare soluzioni adeguate per una mobilità davvero accessibile, soprattutto per i più deboli”. Ribadita la volontà di garantire i diritti a tutti i disabili, con riguardo anche ai non vedenti ed ai disabili psichici, riconsiderando quanto in precedenza, aveva creato situazioni di difficoltà a tanti, si sono valutate anche le situazioni non certamente tollerabili di utilizzi impropri che debbono evidentemente essere evitati ed eventualmente repressi.
“La riunione – hanno proseguito i due assessori – è stata certamente proficua perché ha portato ad un accordo unanime nell’emanare immediatamente linee guida, che consentano di dare risposte convincenti e soluzioni alle questioni evidenziate, nella prospettiva di un Regolamento approvato dal Consiglio comunale, che possa segnare un punto fermo, evitando interpretazioni discrezionali e restrittive rispetto alla stessa normativa nazionale”.

(fonte http://www.stampacomunemessina.it/ )

Download PDF

LUTTO CITTADINO E BANDIERA CITTADINA A MEZZ’ASTA OGGI A PALAZZO ZANCA PER LE VITTIME NEL CANALE DI SICILIA

Download PDF

Il sindaco, Renato Accorinti, nell’apprendere della nuova tragedia del ribaltamento di un peschereccio naufragato a largo del canale di Sicilia e della drammatica notizia di circa mille vittime, ha disposto per oggi, lunedì 20, il lutto cittadino.
La bandiera della Città di Messina, sul pennone di Palazzo Zanca, è stata issata stamani a mezz’asta in segno di lutto. Il sindaco Accorinti ha espresso:
“dolore e sconcerto per la più grave tragedia di migranti dal dopoguerra ad oggi e per l’intollerabile situazione a cui questa povera gente è costretta senza dimenticare le responsabilità istituzionali di chi dovrebbe mettere al primo posto il rispetto per la vita umana e la sua dignità.
Ritengo – ha aggiunto Accorinti – che una tragedia di tale portata, immensa nei numeri e nelle modalità, debba portare ad importanti riflessioni sul rispetto dei principi di umanità con cui la normativa europea dovrebbe trattare l’intera drammatica materia della tutela dei diritti dei migranti, dalla garanzia dell’obbligo di soccorso in mare all’assistenza giuridica e legale in ogni struttura di accoglienza.
L’Italia, attraverso le sue voci istituzionali più rappresentative, ha sollecitato all’Europa interventi risolutivi, evidenziando che questo è un problema di tutti, non solo del nostro Paese. Bisogna fermarsi e riflettere su come agisce l’Occidente, mentre noi dobbiamo essere promotori di Pace. Per questo desidero unirmi al coro di chi oggi pretende chiarezza e trasparenza”.

(fonte http://www.stampacomunemessina.it/ )

Download PDF

RICONOSCIMENTO DELLO STRETTO DI MESSINA NEL PATRIMONIO DELL’UNESCO

Download PDF

Gli assessori, alla Cultura e all’Identità, Tonino Perna, e alle Risorse del Mare, Sebastiano Pino; il portavoce del sindaco di Reggio Calabria Giuseppe Falcomatà, Franco Arcidiaco; il direttore della divisione navigazione di RFI, Carmine Rogolino; gli esperti comunali, Filippo Grasso, Marcello Mento e Giovanni Molonia; hanno presentato stamani ai giornalisti, nel corso di una conferenza stampa a Palazzo Zanca, il programma della manifestazione che si terrà sabato 18, dalle ore 9.30 alle 13.30, a bordo della nave RFI “Messina”, con partenza dal porto di Messina, per il riconoscimento dello Stretto di Messina, da parte dell’UNESCO, nel patrimonio dell’Umanità. All’incontro di sabato parteciperanno, tra gli altri, le Amministrazioni ed i Consigli comunali di Messina, Reggio Calabria e Villa San Giovanni, i rettori delle Università di Messina, Pietro Navarra, e di Reggio Calabria, Pasquale Catanoso, e i rappresentanti delle associazioni culturali ed ambientaliste Touring Club, Fai, Italia Nostra, Legambiente e WWF. Durante l’appuntamento sulla nave sarà siglato un accordo relativo al riconoscimento dello Stretto quale patrimonio dell’Umanità e si lavorerà d’intesa per una reale integrazione dell’Area dello Stretto.
“La tutela e la salvaguardia del patrimonio naturale, paesaggistico, storico e archeologico dell’Area dello Stretto è un obiettivo fondamentale di questa Amministrazione – hanno evidenziato gli assessori Perna e Pino –  Messina, Reggio Calabria e Villa San Giovanni costituiscono infatti l’unico caso di città metropolitane confinanti, appartenenti a regioni diverse, ma caratterizzate da un elevato livello di complementarietà funzionali in svariati campi, dalla sanità, ai servizi alle imprese, alla ricerca ed alla formazione universitaria, ed è proprio per questo che l’attribuzione di una reale ed adeguata continuità territoriale tra le due sponde è un diritto inalienabile dei cittadini messinesi e reggini. Attraverso un’azione sinergica tra tutti gli attori locali – hanno concluso gli Assessori – e la moltiplicazione degli scambi e le sinergie in campo culturale economico e sociale sarà possibile promuovere il turismo in un sito unico al mondo qual’è l’Area dello Stretto”.
Il programma della manifestazione prevede sabato 18, alle ore 9.30, la partenza dal porto di Messina di una nave RFI con a bordo il sindaco, Renato Accorinti, la Giunta municipale, il Consiglio comunale ed i rappresentanti delle associazioni ambientaliste e culturali; alle 10 è previsto l’arrivo a Villa San Giovanni, dove saranno accolte le delegazioni delle Amministrazioni e delle Associazioni di Reggio Calabria e Villa; alle 10.30, la partenza dal porto di Villa verso Reggio, con un avvicinamento alla zona Lido – via Marina per un saluto alla città. Il rientro sarà effettuato lungo la direzione nord – ovest verso Scilla e si concluderà intorno alle 12, al centro dello Stretto, quando sarà firmato l’accordo tra i rappresentanti delle Istituzioni e delle associazioni.
Alla stessa ora tutte le navi in transito nello Stretto suoneranno le sirene per sottolineare l’evento.
Alle 12.40, al porto di Messina, sbarcherà la delegazione messinese, mentre alle 13.30 a Villa San Giovanni, con lo sbarco di quelle calabresi si concluderà la manifestazione. L’Associazione Ferrovie Siciliane sarà presente all’evento con la mostra fotografica “Sulle rotte del Mito”.

(fonte http://www.stampacomunemessina.it/ )

Download PDF

IL DIRETTORE GENERALE DELL’ATM GIOVANNI FOTI NOMINATO SEGRETARIO GENERALE DELL’ASSTRA SICILIA

Download PDF

Nel corso dell’assemblea generale dell’Associazione delle Società di Trasporto pubblico, il direttore generale dell’ATM, Giovanni Foti, è stato nominato segretario generale dell’ASSTRA Sicilia.
L’assessore alla Mobilità, Gaetano Cacciola, nel complimentarsi per il prestigioso incarico, ha sottolineato: “Sono particolarmente soddisfatto che in così poco tempo il lavoro impegnativo dell’architetto Foti venga significativamente riconosciuto, anche al di fuori dalla nostra realtà territoriale. È un segnale che ci incoraggia a proseguire con sempre maggiore determinazione nella strada che insieme, Atm ed Amministrazione, stiamo percorrendo”.
“La nomina dell’architetto Giovanni Foti a segretario generale di un’associazione di assoluta rilevanza come l’ASSTRA Sicilia – ha inoltre commentato il commissario dell’ATM, Domenico Manna, – è un riconoscimento al valore ed alle qualità professionali del nostro direttore generale, ma rappresenta ancor di più la valorizzazione del lavoro e dei risultati che negli ultimi periodi la nostra azienda ha conseguito”.
Anche il presidente dell’ASSTRA Sicilia, Claudio Iozzi, che ha proposto la nomina di Foti, ha voluto esprimere le proprie congratulazioni, affermando di “essere assolutamente convinto che l’esperienza maturata dal neo segretario generale nei suoi ambiti professionali, ed in particolare a quanto è stato realizzato recentemente all’ATM di Messina, serviranno da valore aggiunto per tutte le aziende di trasporto pubblico siciliano che debbono trovare, nelle possibili sinergie, occasioni di miglioramento complessivo dei servizi prestati all’utenza”.

(fonte http://www.stampacomunemessina.it/ )

Download PDF

SECONDA MOSTRA CINOFILA AMATORIALE a favore della prima ambulanza veterinaria in città

Download PDF

Presente l’assessore al benessere degli animali, Daniele Ialacqua, è stata presentata stamani a Palazzo Zanca dal presidente dell’Associazione “Soccorriamoli”, Maurizio Torre, la seconda edizione della mostra cinofila Amatoriale, in programma domenica 19 nei locali della Fiera di Messina.
La competizione, promossa dall’associazione animalista no profit “Soccorriamoli”, è aperta a cani meticci e di razza, con o senza pedigree, con una sezione speciale dedicata all’American Pitbull Terrier.
La quota di partecipazione è di 15 euro, che saranno interamente devoluti per l’acquisto della prima ambulanza veterinaria in città. I premi saranno assegnati da due giurie, una per categoria, composte da professionisti ed esperti del settore.
L’associazione “Soccorriamoli” è protagonista, insieme ad altre realtà radicate ormai da anni nel campo dell’associazionismo animalista, del neo sportello per la tutela degli animali dell’assessorato al Benessere degli Animali del Comune, ed opera in difesa degli animali e dei loro diritti, allo scopo di combattere ogni forma di violenza e sfruttamento; di sensibilizzare l’opinione pubblica al rispetto degli animali come soggetti aventi dei diritti; di promuovere ogni forma di assistenza per problemi legati al randagismo e all’abbandono, e di aiuto nei confronti dei proprietari di animali che non possono provvedervi autonomamente.
La manifestazione rientra in un’ampia serie di iniziative rivolte alla sensibilizzazione del fenomeno del randagismo e del mancato soccorso di animali feriti sulle strade messinesi.

(fonte http://www.stampacomunemessina.it/ )

Download PDF

MERCOLEDI’ 15 A MESSINA IL PRESIDENTE NAZIONALE DEL MOVIMENTO NONVIOLENTO MAO VALPIANA

Download PDF

Il presidente nazionale del Movimento nonviolento Mao Valpiana sarà a Messina mercoledì 15 in occasione della raccolta firme per la proposta di Legge di Iniziativa Popolare “Istituzione e modalità di finanziamento del Dipartimento della Difesa Civile non armata e nonviolenta” promossa dalla campagna “Un’altra difesa è possibile”.

L’evento sarà diviso in due parti: dalle ore 9 alle 13, al Palacultura, incontro con gli studenti di scuole superiori e università, con moderatrice Manuela Modica, e interventi dell’assessore Panarello, di Giuseppe Restifo, Francesca Altamore, Pierpaolo Zampieri e rappresentanti della Coop. Soc. Lilium. Nel pomeriggio, dalle 16.30 alle 19.30, nel Salone delle Bandiere di Palazzo Zanca, un dibattito rivolto alla cittadinanza, con la presenza del Gruppo CNV, del commissario di Messinambiente, Alessio Cacci, di Tonino Cafeo e Giovanni Raffaele. La campagna, proposta il 25 aprile a Verona dalla Conferenza Nazionale Enti di Servizio Civile, dal Forum Nazionale per il Servizio Civile, dalla Rete della Pace, dalla Rete Italiana per il Disarmo, da Sbilanciamoci! e dal Tavolo Interventi Civili di Pace, è stata avviata a livello nazionale il 2 ottobre 2014. Si tratta di una proposta di legge di iniziativa popolare (http://www.difesacivilenonviolenta.org/), cui la Giunta comunale ha ufficialmente aderito, che può dare concretezza alle lotte e ai sogni di molte donne e uomini che, nel corso della storia, hanno creduto in un’alternativa possibile al modello sociale, economico e politico basato sulla legge del più forte e sulla violenza.

locdefdifesanonviolenta

Gli effetti della violenza sono sotto gli occhi di tutti ogni giorno: ci si accorge nei rapporti interpersonali, nei sempre più frequenti casi di violenza sulle donne, nelle forme di intolleranza verso ogni diversità, nelle relazioni tra i popoli, nello sfruttamento del pianeta Terra; ci si accorge nelle disuguaglianze e ingiustizie sociali, nella progressiva erosione dei diritti, nel sangue provocato dai conflitti armati.
Il sostegno a questa campagna ha anche un valore culturale.
Si vorrebbe riaprire, in città, la riflessione sulla nonviolenza: spesso fraintesa e derisa, scambiata per un blando pacifismo o per viltà; essa è, invece, la lotta attiva contro ogni forma di violenza (verbale, psicologica, fisica). Per riflettere su diverse sfaccettature del contrasto alla violenza, in entrambi gli incontri con il presidente nazionale del Movimento nonviolento, Mao Valpiana, sarà presente il sindaco, Renato Accorinti.
All’appuntamento al Palacultura l’assessore Panarello proporrà una riflessione su violenza e non violenza dal punto di vista dell’economia e dell’ecologia; il professore Restifo lo farà dal punto di vista storico; la dott.ssa Altamore parlerà del progetto Codice Rosa Bianca sulle violenze domestiche e familiari, rappresentanti della cooperativa sociale Lilium del teatro dell’oppresso; il prof. Zampieri di violenza e nonviolenza dal punto di vista sociologico. Nel pomeriggio sarà proposto un intervento sulla Comunicazione Nonviolenta (gruppo CNV), una riflessione storica (prof. Raffaele), una testimonianza sull’obiezione di coscienza (Tonino Cafeo) ed una su Danilo Dolci (Alessio Ciacci). L’incontro della mattina sarà accompagnato da momenti musicali curati dagli studenti, mentre quello pomeridiano da brani musicali e dalla lettura di testi poetici e teatrali, a cura di  Sefora Adamovic, Sandra De Dominici e Cesare Orecchio.
La giornata si concluderà alle 19,30, a Piazza Unione Europea, con l’ora di silenzio per la Pace, che si celebra ogni mese, da ottobre 2014, in una piazza cittadina. Si ricorda che i moduli di raccolta firme saranno disponibili presso l’ufficio elettorale del Comune sino al 24 maggio.

(fonte http://www.stampacomunemessina.it/ )

Download PDF

DELIBERA SUI NUOVI ONERI CONCESSORI: CON L’AUMENTO DEL GETTITO E LA DIMINUZIONE DELLE IMPOSTE MAGGIORI INCASSI PER IL COMUNE E RILANCIO DELL’EDILIZIA

Download PDF

Maggiori incassi per il Comune e possibile ossigeno per l’edilizia dopo la delibera che ha fissato i nuovi oneri concessori: il gettito aumenta anche diminuendo le imposte.
Nei primi tre mesi del 2015 gli incassi da oneri concessori sono aumentati del 22 per cento rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Commentando questo report, l’assessore all‘Urbanistica, Sergio De Cola, sottolinea che “La delibera approntata dal dipartimento Edilizia Privata, ed approvata dopo un lungo e approfondito dibattito nello scorso ottobre dal Consiglio comunale, riceve da questi dati una oggettiva conferma della sua validità.
Nessuno dimentica il lungo percorso che ha portato alla decisione del Consiglio comunale, che in commissione ed in aula, in costante confronto con l’Amministrazione proponente, ha valutato anche tutte le possibili controindicazioni, tenuto conto delle condizioni finanziarie del nostro Ente, che non avrebbe potuto sopportare un calo complessivo del gettito”.
L’intervento sugli oneri concessori, frutto anche di verifiche effettuate dall’ordine professionale degli architetti, ha comportato una serie di decisioni certamente significative, precisa De Cola: “In particolare abbiamo istituito una premialità con sconti del 20 per cento sugli oneri per chi costruisce con elevati livelli di efficienza energetica (edifici in classe A) e un ulteriore sconto del 20 per cento per chi realizza strutture particolarmente sicure (in alta duttilità o strutture isolate).
La città poi è stata suddivisa in zone, differenziando gli oneri tra centro e periferia per tenere conto del diverso valore degli immobili; si sono abbassate drasticamente le aliquote che in precedenza erano state fissate al massimo livello possibile, decisamente insopportabile. Tutte queste azioni hanno portato ad una significativa riduzione degli oneri concessori, con ribassi che superano anche il 50 per cento rispetto alla situazione precedente. In altre parole – spiega l’assessore all’Urbanistica – la delibera ha sensibilmente abbassato il valore degli oneri, facendo temere criticità, ad un primo impatto, per la situazione finanziaria del Comune di Messina, per il quale gli oneri concessori rappresentano una delle poche voci di entrata.
Proprio per questi motivi il Consiglio comunale ha attentamente approfondito la questione prima dell’approvazione, prevedendo la possibilità di intervenire con successivi aggiustamenti, se il monitoraggio trimestrale avesse mostrato un andamento degli oneri non adeguato alle previsioni.
Il report che oggi riceviamo – aggiunge De Cola – è la conferma che la decisione condivisa con il Consiglio comunale sia stata una scelta coraggiosa ma opportuna e certamente efficace per i risvolti positivi che avrà per l’edilizia.
Può essere quantificato infatti in almeno il 30 per cento l’effetto che ne deriverà al settore, proporzionato all’aumento del gettito in presenza di aliquote ribassate, con ripercussioni positive anche sul fronte occupazionale, che certamente si avvertiranno a breve.
Una conferma di quanto più volte ripetuto dall’assessore al bilancio, Guido Signorino, la possibilità cioè di aumentare il gettito anche in presenza di diminuzione delle imposte.
Non posso che esprimere – conclude De Cola – grande soddisfazione per questo risultato che dà un riscontro positivo e certo al lavoro effettuato”.

(fonte http://www.stampacomunemessina.it/ )

Download PDF

CONCLUSI A BOLOGNA I LAVORI DEGLI ”STATI GENERALI DELLA MOBILITA’ NUOVA”:

Download PDF

Si sono conclusi a Bologna i lavori degli “Stati generali della mobilità nuova”, cui ha partecipato l’assessore alla Mobilità e Trasporti, Gaetano Cacciola.
Un piano nazionale del Governo per la mobilità urbana che metta al centro un programma a favore del trasporto pubblico e dei pedoni: questa la sintesi delle giornate di lavori dei cinque tavoli tematici che hanno dibattuto, dal 10 al 12 aprile scorsi, di città, spazio pubblico, sicurezza, infanzia e turismo. “Sono stati tantissimi gli spunti utili anche alla nostra realtà – sottolinea l’assessore Cacciola – ma soprattutto abbiamo avuto la conferma che la nuova economia si basa sul rispetto degli standard ambientali, come ha chiaramente indicato il ministro dell’Ambiente, Gian Luca Galletti, sottolineando alcune priorità su cui il Governo intende muoversi: rinnovamento dei mezzi pubblici, finanziamento della mobilità locale, opere diffuse per pedoni, ciclisti e trasporto pubblico.
Per quanto attiene alla sicurezza, abbiamo avuto conferma che l’avere ripreso a Messina i progetti per la moderazione del traffico nelle zone centrali, la progettazione di rotonde e altri accorgimenti, va nella stessa direzione della filosofia di lavoro del Governo, rendere le città vivibili per il cittadino invece che drammaticamente dipendenti dalle automobili.
Tra le iniziative annunciate di particolare interesse – prosegue Cacciola – si evidenziano la previsione di incentivi di natura fiscale per le aziende che promuovono l’utilizzo dei mezzi pubblici o della bicicletta per gli spostamenti casa-lavoro, nonché l’adozione del sistema ISA (Intelligent Speed Adaptation) come standard di sicurezza per il controllo e la limitazione della velocità delle automobili.
E’ stato previsto anche il nuovo finanziamento del fondo per la mobilità sostenibile che ha già consentito all’Amministrazione comunale di Messina di acquisire autobus a basso impatto ambientale. La tre giorni di Bologna – conclude l’assessore alla Mobilità – è stata certamente un’occasione di utili confronti che ci confermano la necessità di andare avanti nella direzione intrapresa fin dall’insediamento di questa Giunta”.
A margine degli incontri, gli assessori alla mobilità dei Comuni di Roma, Milano, Torino, Bologna e Messina hanno sottoscritto una richiesta di incontro al neo ministro delle Infrastrutture, Graziano Del Rio, per definire ulteriormente gli esiti delle sessioni di lavoro.

(fonte http://www.stampacomunemessina.it/ )

Download PDF

PALAZZO PENNITI A SALICE: NOTA DEL SINDACO ACCORINTI

Download PDF

In merito a notizie stampa pubblicate nei giorni scorsi relative Palazzo Penniti a Salice, immobile di proprietà privata, oggetto a seguito di ripetute segnalazioni, dell’Ordinanza Sindacale n° 193 dell’11.10.2013 per la messa in sicurezza ai sensi dell’art. 54 del T.U. 18 agosto 2000 ° 267, il sindaco, Renato Accorinti, precisa in una nota che: “Il palazzetto, pur apprezzabile dal punto di vista storico-architettonico, versa in stato di abbandono da parecchi anni e precisamente dal 2009 e quindi l’abbiamo ereditato da chi ci ha amministrato precedentemente. A seguito di una stagione particolarmente piovosa ha subìto e continua a subire crolli su aree prospicienti la via Pizzillare e zone limitrofe. Inoltre lo scorso lunedì di Pasqua, – sottolinea Accorinti – sono stato informato telefonicamente da Giusi Feminò, vicepresidente della VI Circoscrizione, del crollo su una pubblica via di calcinacci provenienti dall’edificio.
Avendo ravvisato pericolo per la pubblica incolumità ho allertato immediatamente, pur trattandosi di un giorno festivo, la centrale operativa dei Vigili Urbani che ha provveduto, attraverso il dipartimento di Protezione civile, ad inviare tecnici ed un’impresa di fiducia per la rimozione del materiale e la segnalazione di eventuali ulteriori pericoli.
Mercoledì 8 è stato effettuato un ulteriore sopralluogo da parte del dirigente del dipartimento Ambiente e Sanità, Domenico Signorelli, coadiuvato da tecnici dello stesso ufficio, dal quale sono emerse diverse criticità che interessano la facciata, ove sono visibili vaste zone mancanti di intonaci, altre parti di prospetto con probabile pericolo di crollo e in particolare la presenza di lesioni in prossimità dell’ingresso principale, verosimilmente aggravato dalla crescita di rampicanti spontanei che hanno praticamente divelto parte della muratura che compone il portico di ingresso ad arco, facendolo pericolosamente inclinare verso l’esterno.
Allo scopo di scongiurare ulteriori rischi per la pubblica incolumità – prosegue il sindaco – con nota dell’8 aprile 2015, il dipartimento Ambiente e Sanità ha richiesto alla Mobilità Urbana, l’inibizione del transito del tratto interessato di via Pizzillare, mediante il posizionamento di transenne non rimovibili fino agli interventi più risolutivi ed ulteriore transennatura lungo il fronte viario di via Principe Umberto.
Per questi motivi si prevede un intervento di somma urgenza, in danno della proprietà, relativamente alla zona antistante l’ingresso interessato dagli inconvenienti, mediante installazione di struttura intelaiata atta a puntellare la parte di prospetto oggetto di crollo e realizzazione di tunnel per il passaggio di persone e veicoli mediante apposizione di mantovane in metallo a protezione degli stessi.
Per quanto riguarda le restanti parti di prospetti, ivi compresi quelli su via Principe Umberto, anch’essi interessati da probabili distacchi di cornici che cadrebbero sul sottostante marciapiede, – conclude Accorinti – il dipartimento Ambiente e Sanità  redigerà apposita perizia tecnica dei lavori necessari alla messa in sicurezza del prospetto, mentre nei confronti dei proprietari saranno adottati provvedimenti previsti dalla legge per l’inosservanza dell’ordinanza sindacale.
Sono sempre disponibile ad incontrare i cittadini di Salice, ribadendo la mia disponibilità al confronto come ho sempre dimostrato nei quasi due anni della mia sindacatura”.

(fonte http://www.stampacomunemessina.it/ )

Download PDF